SMART PLASTICS FORUM

SMART PLASTICS, organizzato dalle riviste Plast e Plast Design, è l’evento dedicato ai materiali polimerici ad alte prestazioni. Nella prestigiosa location del Museo Storico Alfa Romeo di Arese, la formula di SMART PLASTICS, giunto alla VII edizione, è “aperta” e “interconnessa”: nel cuore dell’area espositiva si svolgerà un programma di relazioni sullo stato dell’arte dei tecnopolimeri e dei compositi, delle loro applicazioni e delle tecnologie di progettazione e lavorazione.

Le novità della VII edizione di SMART PLASTICS

Focus Additivi: una sezione speciale dedicata agli additivi e al loro impiego finalizzato al miglioramento delle prestazioni dei polimeri e alla realizzazione di compound ad alta specializzazione.

Spazio stand per incontri one-to-one con le aziende fornitrici di materiali, attrezzature e tecnologie.

autorenew

Metal Replacement

Sostituzione dei metalli e delle leghe con polimeri in applicazioni che richiedono elevata resistenza meccanica e re-ingegnerizzazione.

polymer

High Performances

Impiego di tecnopolimeri in applicazioni di nicchia che richiedono prestazioni specifiche (conducibilità elettrica, resistenza ad agenti chimici ed atmosferici ecc.).

waves

Lightweight

Alleggerimento di prodotti e componenti grazie all’utilizzo di tecnopolimeri e materiali compositi.

texture

Surfaces

La tecnologia delle superfici in tecnopolimeri (autolubrificazione, resistenza all’abrasione, texture ecc.).

delete_forever

Sustainability

La sostenibilità è un driver di evoluzione delle materie plastiche. Le aziende sono alla ricerca di soluzioni alle sfide del cambiamento climatico e dell'economia circolare.

SMART PLASTICS si rivolge a designer, progettisti, studi di progettazione e di engineering, direttori tecnici, responsabili di produzione di aziende dei settori: automotive, componentistica tecnica, medicale, aerospaziale, elettrico/elettronico, elettrodomestici, hobby & sport, complementi d’arredo… che cercano soluzioni “intelligenti” per l’industrializzazione dei loro progetti e prodotti.

PERCHÉ PARTECIPARE?

  • Per conoscere novità e tendenze nel campo dei tecnopolimeri.
  • Per confrontarsi con la community del settore e ampliare i propri contatti.
  • Per ascoltare i maggiori player e i brand owner più prestigiosi nei settori dell’automobile, dell’elettronica, dei trasporti ed altri ancora.

Interverranno in veste di relatori esponenti del mondo industriale e della ricerca, tecnici e manager di aziende del settore che presenteranno tutte le novità per il comparto con una apertura ai mercati internazionali.

Programma

ore 14.00

Registrazione

ore 14.25

Introduzione a cura di:

Paolo Spinelli, Redattore Capo - PLAST

ore 14.30

Injection molding of fiber-reinforced thermoplastics for lightweight parts: state of the art and new developments

Giovanni Lucchetta, Professore Associato - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

ore 14.50

La nuova generazione di PPA EMS

Francesco Martina, Technical Project Manager - EMS-CHEMIE (Italia)

ore 15.10

Pronti per il DLP?

Stefano Pezzati, Sales Area Manager - SISMA

ore 15.30

Halogen free solutions p and or n based for engeneering Thermoplastic polymers

Micaela Lorenzi, Titolare - GREENCHEMICALS

ore 15.50

Coffee Break Networking offered by Poliblend

ore 16.40

Intervento a cura di Elica

ore 17.00

Polimeri ad alte prestazioni per rispondere alle nuove esigenze del mercato auto

Nicola Roda, Global Business Development Manager Automotive - SOLVAY SPECIALTY POLYMERS

ore 17.20

Trattamenti superficiali al plasma: nano changes - big differences

Nella Rossini, R&D Manager - PLASMAPPS

ore 17.40

Materiali bio-based per gli elettrodomestici - l’esperienza di Electrolux

Marco Garilli, Global Connectivity & Technology, Global Operations Innovation Expert – Polymers - ELECTROLUX

ore 18.00

Chiusura dei lavori

ore 9.00

Registrazione

ore 9.25

Introduzione a cura di:

Aldo Rotta, Direttore Responsabile - PLASTDESIGN

ore 9.30

Intervento a cura di Autodesk

ore 9.50

Sostituzione della PA66 con la PA6 in applicazioni ad elevato contenuto tecnico: quali possibilità?

Erico Spini, Global Marketing Manager

Nicolangelo Peduto, Global R&D Manager RADICIGROUP HIGH PERFORMANCE POLYMERS

ore 10.10

Laser Texturing: una soluzione innovativa per le finiture di superfici

Claudio Rossi, Product Specialist Advanced Manufacturing Italia - GF MACHINING SOLUTIONS

ore 10.30

Metal replecement & lightweighting: non solo automotive

Mattia Delsignore, Technical Assistance & R&D Manager - POLIBLEND

ore 10.50

Coffee Break Networking offered by Poliblend

ore 11.40

IamNature®: il primo tecnopolimero che è anche bio

Eligio Martini, Presidente – GRUPPO MAIP

ore 12.00

ABB Mylos Etik: una applicazione per un polimero bio-based

Franco Colombo, Responsabile Ricerca e Sviluppo della Divisione Electrification Products - ABB

ore 12.20

Acciai Rovalma: alta termoconduttività per il miglioramento delle performance nello stampaggio ad iniezione.

Davide Rossi, Responsabile applicazioni tecnopolimeri - Bre-Men Acciai

Ronnie Vigo, Area Manager - Bre-Men Acciai

ore 12.40

Trinseo TPE enables SKF innovative hygienic design and bearing performance

Andrea Mascotto, TPE Project Manager - TRINSEO

Fabio Falaschi, Product Development Manager - SKF

ore 13.00

Lunch Networking

ore 14.20

Econamid® Air, l’alternativa sostenibile ai compound poliammidici con fibra di carbonio

Giovanni Spampatti, Technical Marketing - DOMO ENGINEERING PLASTICS ITALY

ore 14.40

Soag Group e Open Plast, la piattaforma italiana per l’industria 4.0 del settore gomma e plastica

Sergio Giardino, Chief of R&D Departments - SOAG EUROPE SA

ore 15.00

Dal metallo alla plastica: i migliori casi studio HP di sostituzione di parti finali in alluminio con parti in polimeri

Davide Ferrulli, Sales Manager - HP 3D PRINTING ITALY

ore 15.20

Coffee Break Networking offered by Poliblend

ore 15.50

Light Weight Design with secondary carbon fibre

Thomas Marquardt, Managing Director - WIPAG

ore 16.10

Stampaggio ad iniezione ad alta velocità, uso del policarbonato e ottimizzazione della geometria per una guida luce

Sara Rinoldi, Application Engineer - PROTOLABS

ore 16.30

Obiettivo estetica. Nuovi materiali termoplastici per la salvaguardia delle performances nel settore automotive

Eligio Martini, Presidente - GRUPPO MAIP

Maurizio Servetti Group Materials Labs - Head of Plastics Department FCA GROUP / CENTRO RICERCHE FIAT

ore 16.50

Chiusura Lavori

ore 17.00

Visita Museo Storico Alfa Romeo

Per Informazioni

Per maggiori informazioni sull'evento rivolgersi a:

I relatori

Franco Colombo

Franco Colombo - Responsabile Ricerca e Sviluppo della Divisione Electrification Products, ABB

ABB mylos etik: una applicazione per un polimero bio-based

ABB, azienda leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione, ha sviluppato un progetto per una nuova serie di PLACCHE (cover frame), caratterizzate da un design avanzato e da una evidente connotazione di sostenibilità ambientale. Da qui la scelta di ricercare una bioplastica con particolari proprietà che potesse sostituire i materiali termoplastici normalmente utilizzati per l’applicazione in oggetto, come ABS o PC ABS. Il bio-tecnopolimero a base PHB “IamNature®”, si è contraddistinto per stabilità dimensionale, resistenza alle alte temperature, alla luce e ai raggi UV.
Grazie alla collaborazione con ABB sul prodotto il Gruppo Maip si è aggiudicato il Bioplastics Award 2017 a Berlino, il prestigioso premio promosso da Bioplastics Magazine."

Fabio Falaschi

Fabio Falaschi - Product Development Manager, SKF

Trinseo TPE enables SKF innovative hygienic design and bearing performance

Sealing properties of NEOGOLTM (TPE-O) and superior mechanical properties of APILON 52TM (TPE-U) allow breakthrough innovation in SKF bearing units’ hygienic design.

Davide Ferrulli

Davide Ferrulli - Sales Manager, HP 3D Printing Italy

Dal metallo alla plastica: i migliori casi studio HP di sostituzione di parti finali in alluminio con parti in polimeri

Marco Garilli

Marco Garilli - Global Connectivity & Technology, Global Operations Innovation Expert - Polymers, Electrolux

Materiali bio-based per gli elettrodomestici – L’esperienza di Electrolux

Electrolux ha sviluppato il primo prototipo di frigorifero al mondo dove tutte le parti in plastica in vista sono realizzate con bioplastica da fonte rinnovabile. La bioplastica per tale frigorifero (PLA) ha un’impronta di carbonio di oltre l’80% inferiore rispetto a quella della plastica attualmente utilizzata (PS). Ulteriori miglioramenti riguardano uno spessore di parete più omogeneo, un’estetica migliore, una lucentezza maggiore, l’utilizzo a contatto con il cibo e una resistenza migliore sia agli agenti chimici che alla luce.

Sergio Giardino

Sergio Giardino - Chief of R&D departments, Soag Europe

SIGIT SPA azienda leader dello stampaggio a iniezione termoplastica e iniezione tecnica di gomma incollaborazione a qualificati partner, ha sviluppato Open Plast: la piattaforma italiana per l’industria 4.0 dedicata al settore plastica e gomma.

La piattaforma raccoglie, uniformandoli, i dati del processo produttivo permettendo la gestione di tutte le macchine che, spesso utilizzano standard e protocolli differenti, da una sola interfaccia. I player specializzati possono sviluppare App dedicate con cui arricchire l’offerta dei servizi proposti: l’integrazione con i sistemi ERP, shop monitor, schedulazione e ottimizzazione production planning, gestione energetica, manutenzione remota e predittiva, il controllo di sistemi di feeding e cooling, integrazione dei magazzini fino ad arrivare a sistemi di realtà aumentata ad esempio in campo manutentivo. Open Plast è rivolta a costruttori di macchine e attrezzature, trasformatori, sviluppatori di software e sistemi di integrazione, mondo accademico e istituti di ricerca.

Micaela Lorenzi

Micaela Lorenzi - Titolare, Greenchemicals

Halogen free solutions p and or n based for engeneering thermoplastic polymers

Flame retardancy is one of the most important caractheristic plastic must have, when it has to be thought for replacing metals. Most of flame retardants package, are base on bromide/antimony trioxide combination, which it is more and more under concern form aromatic bromine and antimony healthy and enviromental problems, they are suspected giving. We would like giving a small guide for offering halogen formulations for Engeneering thermoplastic polymers. We will divide phoshorous base fame retardant molecules in 4 groups: Red P (P0), Phosphinates (P1), Phosphonates (P3), Phosphonates (P5) and we will describe which flame retardant mechanism, they are actionating. We will listen other halogen free flame retardants, not P base, and their fire mechanism: melamine cyanurate, melamine polyphosphate, pyrophosphate, zinc borate, metal hydroxide. We will then see how engeneering thermolastic polymers burn and we will offer several halogen free packages for PA , PET, PBT, PC, PC/ABS, ABS, with plus and minus comparing with halogenated solutions.

Giovanni Lucchetta

Giovanni Lucchetta - Professore Associato, Università di Padova

Injection molding of fiber-reinforced thermoplastics for lightweight parts: state of the art and new developments

I componenti strutturali realizzati mediante stampaggio a iniezione di termoplastici fibro-rinforzati presentano significative criticità di progettazione e stampaggio. Nel componente stampato le proprietà meccaniche possono essere di molto inferiori a quelle indicate nella scheda tecnica del materiale e dipendono largamente dall'orientazione delle fibre, dalla posizione dei difetti (ad es. linee di giunzione e porosità) e dalle condizioni di stampaggio. L'intervento presenterà le soluzioni tecniche più efficaci, sperimentate recentemente per massimizzare le performance meccaniche e ridurre il peso.

Thomas Marquardt

Thomas Marquardt - Managing Director WIPAG

Light Weight Design with secondary carbon fibre

Francesco Martina

Francesco Martina - Technical Project Manager EMS-CHEMIE (Italia)

La nuova generazione di PPA EMS

I polimeri strutturali, come le poliftalammidi (PPA) di EMS, sono impiegate da decenni nei diversi settori di mercato, da sempre in sostituzione dell'ottone e di svariate leghe metalliche. A questo riguardo sarà illustrata un'applicazione di successo d'eccellenza in campo industriale che ha proprio nel cuore del dispositivo il componente chiave realizzato con una PPA Grivory HTLa nuova linea di PPA EMS Grivory HT6 può egregiamente coprire uno scenario di prestazioni termiche e meccaniche senza compromessi garantendo affidabilità e durevolezza.

Eligio Martini

Eligio Martini - Presidente, Gruppo Maip

IamNature®: il primo tecnopolimero che è anche bio

L'intervento offrirà una panoramica sullo stato dell'arte delle bioplastiche.
Verranno toccate le diverse “famiglie” di materiali appartenenti a questo gruppo, individuando le diverse tipologie sulla base della loro origine e della loro destinazione d'uso e fine vita.
Verrà spiegata la differenza tra BIO BASED, BIODEGRADABILITÀ e COMPOSTABILITÀ in diverse condizioni ambientali. Verrà introdotto IamNature®, il primo bio tecnopolimero. Il polimero base è un poliidrossialcanoato che può essere utilizzato tal quale o in miscela con altri prodotti bio-based tipo PLA oppure con altri prodotti biodegradabili tipo PBS, PBSA, PBAT, etc.
L'innovativo materiale sviluppato dal Gruppo Maip ha permesso la produzione, in collaborazione con ABB, di una placca completamente BIO.

Andrea Mascotto

Andrea Mascotto - TPE Project Manager, Trinseo

Trinseo TPE enables SKF innovative hygienic design and bearing performance

Sealing properties of NEOGOLTM (TPE-O) and superior mechanical properties of APILON 52TM (TPE-U) allow breakthrough innovation in SKF bearing units’ hygienic design.

Sara Rinoldi

Sara Rinoldi - Application Engineer, Protolabs

Stampaggio ad iniezione ad alta velocità, uso del policarbonato e ottimizzazione della geometria per una guida luce

Lo stampaggio ad iniezione Protolabs, con processi ottimizzati per fornire prototipi o piccole serie in tempi ridotti, ha permesso ad una startup di realizzare un prodotto innovativo nell’idea e nei componenti. La ricerca del materiale e l’ottimizzazione della geometria hanno permesso la realizzazione di una guida luce in tempi produttivi brevi, dalla geometria complessa e con buone prestazioni.

Nicola Roda

Nicola Roda - Global Business Development Manager Automotive, Solvay Specialty Polymers

Polimeri ad alte prestazioni per rispondere alle nuove esigenze del mercato auto

Il mercato dell’auto sta entrando in un periodo di crescita ridotta e di cambiamento radicale verso architetture ibride ed elettriche.
Tra le varie opportunità che stanno nascendo da queste nuove tendenze presenteremo la nostra esperienza sui nostri nuovi gradi PPS per linee di raffreddamento e i nostri sviluppi sul PEEK come materiale isolante per motori elettrici ad alto voltaggio.

Davide Rossi

Davide Rossi - Responsabile applicazioni tecnopolimeri, Bre-Men Acciai

Rovalma steels - high thermal conductivity to improve performance levels in injection moulding

Nella Rossini

Nella Rossini - R&D Manager, Plasmapps

Trattamenti superficiali al Plasma: nano changes - big differences

Se l’innovazione tecnologica rappresenta il fattore determinante per lo sviluppo della competitività del nostro sistema industriale, le tecnologie plasmo-chimiche offrono nuove e promettenti potenzialità applicative. Aerei, elettrodomestici, bottiglie, cavi, macchine, materiali compositi, dispositivi, fibre, materiale da imballaggio (alimentare/farmaceutico), mobili, caschi, lenti, scooter, scarpe, tessuti, pneumatici, tubi, e tanti altri oggetti sono fabbricati con polimeri che spesso hanno proprietà di superficie non soddisfacenti. Le tecnologie al plasma freddo sono diventate molto popolari nell'industria perché consentono di regolare con precisione le proprietà di superficie dei polimeri in ogni particolare applicazione. Sempre più materiali si vestono di Plasma. Nella presentazione verranno illustrati casi di successo industriale.

Maurizio Servetti

Maurizio Servetti - Group Materials Labs - Head of Plastics Department, FCA Group/Centro Ricerche FIAT

Obiettivo estetica. Nuovi materiali termoplastici per la salvaguardia delle performances nel settore automotive

Nell'ambito del mondo dei manufatti plastici di finizione esterno ed interno vettura, assume sempre più importanza l'estetica dei componenti, non solo allo stato di fornitura, ma anche durante la vita del veicolo.
Nel settore dell'autoveicolo, i requisiti superficiali stanno diventando sempre più stringenti e necessari per garantire una migliorata estetica superficiale. I test di Laboratorio (Resistenza ai raggi UV, Prove di danneggiabilità superficiale e Resistenza agli agenti chimici), sono sempre piu impegnativi e inderogabili. L'intervento offrirà una panoramica dei possibili polimeri capaci di rispondere in modo efficace alla denneggiabilità superficiale, con particolare focus sul DIAMOND, studiato per superare i limiti del PMMA e dell'ASA per esterni automotive e sul TITAN, per interni vettura ove le applicazioni richiedono elevata resistenza chimica.

Giovanni Spampatti

Giovanni Spampatti - Responsabile Technical Marketing, DOMO Engineering Plastics Italy

ECONAMID® AIR, l’alternativa sostenibile ai compound poliammidici con fibra di carbonio.

ECONAMID® AIR è uno dei materiali principali del pacchetto DOMO dedicato alle soluzioni per il metal replacement. L’azienda propone non solo materiali, ma anche servizi di prototipazione e simulazione, per riprogettare le applicazioni secondo le nuova tendenze dell’eco-design. Questo innovativo materiale conferisce al pezzo finale un alto rapporto rigidità/densità e buone proprietà di conducibilità elettrica. Grazie alla combinazione tra fibra di carbonio riciclata di alta qualità e poliammide sostenibile, ECONAMID® AIR consente una significativa riduzione delle emissioni di CO2 senza compromettere le proprietà meccaniche. Tra le ultime applicazioni sviluppate con questa famiglia di materiali ci sono componenti di connettori elettrici, vani filtro carburante per il settore auto e svariati accessori per il settore industriale.

Erico Spini

Erico Spini - Global Marketing Manager, Radicigroup High Performance Polymers

e Nicolangelo Peduto - Global R&D Manager, Radicigroup High Performance Polymers

Sostituzione della PA66 con la PA6 in applicazioni ad elevato contenuto tecnico: quali possibilità?

La scarsa disponibilità di polimero PA66 ha portato molti utilizzatori verso la ricerca di materiali alternativi in grado di soddisfare i requisiti tecnici di applicazioni anche di elevato contenuto tecnico. Tra questi il materiale più considerato appartiene sempre alla famiglia delle poliammidi: si tratta della ben nota PA6. Il confronto tra le proprietà dei due materiali (PA66 vs PA6) considerando le caratteristiche intrinseche e il comportamento in test di lunga durata. Verranno prese in considerazione alcune applicazioni tipiche, con elevato contenuto tecnico, attualmente in PA66 e si ragionerà sui pro/contro di una eventuale sostituzione con PA6.

Iscrizione

Quote di partecipazione euro 120,00 +iva (per persona) 72,00 +iva (per persona) fino al 30 aprile

Iscrizione a Smart Plastics

Iscrizione online

Sconto Early Bird per le iscrizioni inviate entro il 30 aprile

Acquista il biglietto online

Iscrizione a Smart Plastics

Iscrizione via e-mail

Sconto Early Bird per le iscrizioni inviate entro il 30 aprile

Scarica la scheda di iscrizione

Come arrivare

Il Museo Alfa Romeo si trova molto vicino all’area di Expo 2015 ed è raggiungibile da più direzioni:

  • dallo svincolo Arese/Lainate dell’autostrada dei Laghi A8/A9 Lainate-Como-Chiasso e Milano-Varese;
  • dall’autostrada A4 Torino-Milano-Venezia;
  • dalla tangenziale Ovest di Milano che prosegue verso sud con la A1 Milano-Roma-Napoli e con la A7 Milano-Genova.

In auto

Il Museo si trova nei pressi dell’uscita Lainate/Arese sull’autostrada A8
In alternativa la viabilità provinciale: la 233 Varesina e la statale 33 del Sempione.

Con i mezzi pubblici

Il Museo dista 15 km dal centro di Milano ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Con il treno o la linea della metropolitana M1 fino alla stazione di Rho-Fiera, poi con la linea di bus 561 Airpullman, destinazione Arese, che ferma davanti al Museo (la linea bus è attiva 7 giorni su 7. I biglietti vanno acquistati alla stazione di Rho-Fiera o al distributore automatico)

È attivo il servizio navetta che in soli 30 minuti collega la Stazione Centrale di Milano con Il Centro di Arese (500 metri dal museo), tutti i giorni. l bus - navetta parte da Milano Stazione Centrale: Piazza Duca d'Aosta ( MM2 MM3 Centrale FS ).

Maggiori informazioni sul sito del museo.

Ospitalità

Per eventuali prenotazioni alberghiere potete contattare uno degli hotel qui di seguito riportati, nominando la convenzione Smart Plastics vi verrà applicata la quota convenzionata. Vi suggeriamo di riservare le camere tempestivamente in quanto la diponibilità è limitata.

HL Milan Fiera
  • Via Falzarego n°1
  • 20021 Baranzate (MI)
  • Tel + 39 0233301218
  • Fax +39 0238300475
info@hlhotelmilano.it hlhotelmilano.com
Hotel Litta Palace
  • via Lepetit, 1
  • 20020 Lainate (MI)
  • Tel: +39 0293571640
  • Fax: +39 0293796870
hotellittapalace.com
Virginia Palace Hotel
  • Via Montenero, 127
  • 20024 Garbagnate Milanese (MI)
  • Tel. +39 02 99028054
  • Fax +39 02 99026366
info@virginiapalace.it facebook.com/hotelvirginiapalace
Ibis Milano Fiera
  • via Rho angolo via Pirelli
  • Uscita Lainate A9
  • 20020 Lainate (MI)
  • Tel: +39 0293757511
  • Fax: +39 0293757555
H9379@accor.com

Seguici